ALI DORATE

in una Milano deserta, le statue parlano di pandemia e futuro


 

Nella Milano deserta del Venerdì santo 2020, nei giorni della Passione e del lockdown per il Covid-19, diciannove statue di personaggi storici, da Leonardo a Manzoni, da San Francesco a Verdi,  prendono la parola e interrogano, confortano ed esortano alla speranza i milanesi costretti a restare in casa. Si tratta del cortometraggio di 18 minuti “Ali dorate”, del regista e drammaturgo Massimiliano Finazzer Flory, presentato in anteprima alla Mostra del Cinema di Venezia.

"È non solo un documentario ma un film emozionale" - afferma Finazzer Flory - "Non ho mai creduto che le piazze fossero vuote e le città deserte. C’era molto umanità ma non era visibile agli occhi. Era altrove e visibile col cuore. Io l’ho ritrovata nel silenzio".

Di seguito un'anteprima del documentario: