Alla sala “Pegasus”: una scoperta sorprendente

Continua il viaggio alla scoperta dei cinema più particolari d'Italia.

Dal 8 luglio scorso, due giovani cinefili, Nicola ed Elena, sono partiti per il secondo Giro d’Italia dei Cinema. L'obiettivo? Visitare i cinema indipendenti più innovativi del paese e raccontarli. Ogni settimana troverete, in questa rubrica, degli articoli su sale Italiane bizzarre e innovativi, che i due giovani hanno visitato. 

Nata dalla collaborazione fra Giro dei Cinema, Cinema Bianchini e 10alle5 Quotidiano, la Rubrica Cinema vi porterà a visitare tutte le sale cinematografiche più stravaganti d'Italia.

 

IL CINEMA DELLA SETTIMANA

La Sala Pegasus si trova nel pieno centro di Spoleto, all’interno di una chiesa sconsacrata. Negli anni ’70 il Festival di Spoleto l’aveva restaurata ma da 6-7 anni non veniva più utilizzata. Fino a quando una cooperativa la prende in carico, creando poi un’associazione a parte per facilitarne la gestione della sala.

Dopo la ristrutturazione “amatoriale-professionale” il 19 dicembre 2014 il cinema riapre. Dentro, la sala è spettacolare. Affreschi e altari laterali decorano le pareti, illuminati suggestivamente da led blu a pavimento. Un grande schermo troneggia al centro, sopra un pianoforte usato per gli eventi. La pianta romanica della chiesa, lunga e stretta, senza transetti laterali, è perfetta per ospitare una sala cinematografica.

La sala è arricchita da un angolo tisane self-service, aperto gratuitamente nel fine settimana, con dei quotidiani e delle riviste di cinema. C’è anche wi-fi e un quadernetto per lasciare un commento della sala, come quando si visita un museo. Vicino alla cassa una grande stampa ripercorre la storia del cinema attraverso film-chiave.

La sala infatti ospita spesso registi (15 l’anno scorso), grazie anche ai contatti coi vicini Postmodernisimo e Zenith. Per comunicare l’evento si preparano delle cartoline di un’immagine del film, stampate su carta fotografica. La comunicazione è molto curata e aperta a collaborazioni.

Uno “spin logo” è stato creato da un giovane in servizio civile. Per lanciare il ciclo di film restaurati della Cineteca sono stati contattati 9 giovani artisti ; ognuno ricreava la locandina di un film della stagione. Una mostra è stata organizzata in sala con dei premi votati dal pubblico, assegnati a fine rassegna.

Per leggere  l'intero articolo di Giro dei Cinema visitate il seguente link: www.girodeicinema.it

 

Potete seguire il viaggio sui social (@girodeicinema) o su www.girodeicinema.it. In libreria trovate il libro “Alla Ricerca della Sala” (Ed. Il Mosaico, 9,90€) che racconta il primo viaggio.